P.A.I.- Piano per l'Inclusività

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Il PAI (Piano Annuale per l’Inclusività)  è un documento che “fotografa” lo stato dei bisogni educativi /formativi della scuola e le azioni che si intende attivare per fornire delle risposte adeguate ed è stato introdotto dalla Direttiva MIUR 27/12/2012 e dalla C.M. n° 8/13

Ha lo scopo principale di:

  • garantire l’unitarietà dell’approccio educativo e didattico della comunità  scolastica
  • garantire la continuità dell’azione educativa e didattica anche in caso di variazione dei docenti e del dirigente scolastico
  • consentire una riflessione collegiale sulle modalità educative e sui metodi di insegnamento adottati nella scuola. 

Punti essenziali del piano, per il quale il MIUR ha elaborato un modello  diffuso in allegato alla Nota sul PAI prot. 1551, sono:

  • la definizione, collegialmente condivisa, delle modalità di identificazione delle necessità di personalizzazione dell’insegnamento.
  • la definizione di protocolli e di procedure ben precise per la valutazione delle condizioni individuali e per il monitoraggio e la valutazione dell’efficacia degli interventi educativi e didattici.
  • le analisi di contesto, le modalità valutative, i criteri di stesura dei piani personalizzati, della loro valutazione e delle eventuali modifiche.
  • la definizione del ruolo delle famiglie e delle modalità di mantenimento dei rapporti scuola/famiglia in ordine allo sviluppo delle attività educative/didattiche.
  • le risorse interne ed esterne da poter utilizzare.

 

Tale Piano deve, dunque, individuare ogni anno gli aspetti di forza e di debolezza delle attività inclusive svolte dalla scuola e predisporre un piano delle risorse da offrire e richiedere a soggetti pubblici e del privato sociale per impostare per l’anno scolastico successivo una migliore accoglienza degli alunni con particolare attenzione a quelli con diversi Bisogni Educativi Speciali. Per questo la C.M. n° 8/13 ha previsto che debba essere approvato entro il mese di giugno.

 

Norme principali:

  • Legge 517/77: abolizione delle classi differenziali, garanzia al diritto di istruzione dell'alunno con handicap, istituzione dell'insegnante di sostegno, modalità di raccordo tra scuola e servizi sanitari; modifica dei sistemi di valutazione e articolazione flessibile delle classi.
  • Legge 104/92: coinvolgimento delle varie professionalità educative, sanitarie, sociali in un progetto formativo individualizzato, redazione di diagnosi funzionale (ASL) e profilo dinamico funzionale (equipe multidisciplinare), istituzione del piano educativo individualizzato (PEI).
  • Legge 170/2010: Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico
  • Direttiva 27 dicembre 2012: strumenti d'intervento per alunni con bisogni educativi speciali; organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica.
  • Circolare ministeriale n.8 del 6 marzo 2013.
  • Nota prot.1551 del 27 giugno 2013, Piano annuale per l'inclusività-
  • Circolare 22 novembre 2013, Prot. n. 2563: Strumenti di intervento per alunni con BisogniEducativi Speciali. A.S. 2013/2014. Chiarimenti.
  • DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 66 Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilita', a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107

Per consultare le norme : pagina  "NORMATIVE E RIFERIMENTI LEGISLATIVI"

 

PIANO ANNUALE INCLUSIVITA' IC A. RISTORI

P.A.I. a.s. 2017-18

P.A.I. Piano Annuale Inclusività 2016-17 (aggiornamento ottobre 2016)

P.A.I. a.s.2016-17

P.A.I. a.s.2015-16


Allegati

Contatti

Contatore Visite